Acqua e limone al risveglio:

Dieta e malattie reumatiche: Marco Bianchi e il prof. Selmi


Cosa può fare l’alimentazione per le malattie reumatiche? Tanto. Qualche esempio? I broccoli per proteggere le articolazioni dall’artrosi e la frutta secca per aiutare a prevenire la tiroidite autoimmune. La dieta “anti-infiammatoria”, gli alimenti che possono far bene a Leggi altro

Il mal di testa un campanello d’allarme per l’ipotiroidismo?


Il mal di testa come possibile “spia” di un aumentato rischio di ipotiroidismo? Emicrania, cefalea a grappolo o tensiva: le persone che ne soffrono potrebbero andare incontro a questa disfunzione tiroidea. A suggerirlo è un team della University of Cincinnati Leggi altro

Meningite, Iss: quali vaccini esistono e chi dovrebbe vaccinarsi


Sulla meningite non c’è alcuna emergenza. Per l’Istituto superiore di Sanità “l’epidemia è solo mediatica” e per il ministero della Salute “al momento non esiste alcuna situazione epidemica”. Di fronte al susseguirsi di casi di meningite, anche fatali, in tutta Leggi altro

Corso ECM per infermieri, fisioterapisti e medici


Corso ECM per infermieri, fisioterapisti e medici Criticità assistenziali nella gestione della persona affetta da sindrome da allettamento in RSA e RSSA, percorso ed ottimizzazione delle risorse. Numero chiuso a 50 partecipanti (anche OSS). Leggi altro

Corso ECM - Importanza della diagnosi precoce e della terapia del paziente BPCO


Sabato 22 ottobre 2016 si svolgerà, presso l’Auditorium della Residenza Villa Genusia di Ginosa Marina (TA), il corso di aggiornamento dal titolo “Importanza della diagnosi precoce e della terapia del paziente BPCO”. L’evento organizzato dalla SNAMID (Società nazionale di Leggi altro

In aiuto a fegato e intestino bastano acqua e limone, rimedio naturale per combattere lo stress ed eliminare tossine e batteri.

Una tempesta di benefici in un bicchiere d’acqua. Bere il succo di un limone diluito nell’acqua ogni mattina è una pratica raccomandabile per mantenere l’organismo in salute. Ancora prima della colazione, è bene dunque cominciare la giornata con questo “elisir” al quale, perché no, aggiungere anche un cucchiaino di miele. «Il beneficio deriva soprattutto dall’assunzione di acqua: una buona idratazione è fondamentale per il corretto funzionamento dell’organismo», esordisce la dottoressa Manuela Pastore,dietista di Humanitas.

Nel corso della giornata si perdono liquidi ed «è preferibile reidratarsi gradual­mente a partire proprio dal risveglio quando l’organismo, a completo digiuno, è più recettivo per accogliere un nutriente così importante», continua la specialista. Vengono attribuiti a questo mix numerosi benefici che riguardano diverse funzioni biologiche: il limone aiuta il transito intestinale, rafforza le difese immunitarie per la presenza di vitamina C, ha un effetto energizzante, elimina le tossine e stimola il fegato a lavorare meglio. L’azione benefica comincia dalla bocca: elimina infatti i batteri che si formano di notte e, dal momento che è molto acido, è giusto che sia diluito bene affinché non corroda lo smalto dei denti. Inoltre il limone è un antinfiammatorio naturale perché abbassa i livelli di acido urico responsabile delle infiammazioni e combatte addirittura stress e depressione.

Per idratarsi l’acqua deve essere la prima scelta

«Molti degli effetti descritti sono sicuramente da confermare con studi validati. Di sicuro una buona idratazione protegge e lubrifica cervello, muscoli e articolazioni; gioca un ruolo essenziale nella digestione del cibo, nell’assorbimento dei nutrienti e nel trasporto delle sostanze nutritive, facilita l’eliminazione delle scorie, contribuisce a regolare la temperatura corporea ridistribuendo il calore dai tessuti attivi alla pelle. Inoltre – prosegue – raffreddando l’organismo attraverso la traspirazione, potrebbe aiutare i tessuti e la pelle a preservare elasticità, morbidezza e colorito». Per mantenere l’idratazione l’acqua è «la prima scelta e con il limone, o le spremute di agrumi in generale, i centrifugati di frutta e/o verdura si possono aggiungere vitamine indubbiamente utili».

Dopo aver bevuto acqua e limone, si può passare alla colazione, il proverbiale pasto più importante della giornata. Questo perché «di prima mattina l’organismo necessita di energia per rimettersi in moto dopo il sonno, per dare a muscoli e cervello in primis, e di conseguenza a tutti gli organi, il carburante per funzionare al meglio. Dalla colazione si deve ricevere il 20-25% dell’apporto calorico giornaliero», spiega la dottoressa.

Ma cosa è meglio mangiare? «Il carburante migliore è rappresentato dai carboidrati, meglio se ricchi di fibre (pane, fette biscottate, biscotti, cereali integrali con l’aggiunta o meno di miele o marmellata), insieme a proteine a basso apporto di grassi (latte e/o yogurt scremati o parzialmente scremati anche nelle versioni senza lattosio) con spremute o frutta fresca per completare l’apporto di fibre e vitamine», conclude l’esperta.

Fonte Humanitas

Aggiungi un commento