Da Ginosa a Milano, un concerto di fine anno per non dimenticare

Da Ginosa a Milano, un concerto di fine anno per non dimenticare, con un canto inedito, composto e musicato da musicisti e concertatori ginosini per onorare le vittime dell’alluvione che ha colpito la cittadina ionica nel 2013. Un inno e una struggente carezza alla natura che non si arrende e ci crede nel futuro.

Nasce l’orchestra polifonica <<Genusia orchestra >>, e ha il suo battesimo del fuoco in un primo concerto ufficiale a Milano nell’auditorium della residenza socio sanitaria Villa Arcadia. Quando la cooperazione sociale promuove il territorio e le sue risorse. Con questo spirito 26 ragazzi provenienti da tutto e da tutti i conservatori dell’arco ionico apulo lucano si costituiranno in associazione quali amici della residenza socio sanitaria Villa Genusia mettendo le proprie potenzialità al servizio di un progetto di rilancio della cultura e delle proprie radici. Sponsor dell’iniziativa è stata la cooperativa sociale Civiltà Futura che gestisce le due residenze di eccellenza, Villa Arcadia e Villa Genusia, unite nella cura e nella presa in carico degli anziani non autosufficienti affetti da patologie degenerative quali l’Alzheimer, Parkinson e le demenze in un impegno che mette al centro la persona umana e le sue molteplici fragilità e che unendo Nord e Sud vuole essere una risposta concreta alla crisi del Welfare. <<Promuovere la cultura anche attraverso la musica, che è un linguaggio universale, vuol dire fare terapia occupazionale con lo scopo di curare della demenza senile. Francesco Castria - fondatore di Villa Genusia dice Franco Castria, presidente di Villa Arcadia e amministratore delegato e fondatore di Villa Genusia tra i compiti principali della nostra mission di cooperatori sociali. Per questo, come cooperativa sociale Civiltà Futura, abbiamo voluto contribuire a dar vita alla “Associazione Amici di Villa Genusia”, la quale ha già elaborato un primo progetto costituendo al suo interno un’orchestra stabile di 26 elementi, strumentisti e cantanti solisti, tutti giovanissimi con diplomi di merito nei principali conservatori di Puglia e Basilicata e con master in composizione.

Tra i solisti anche tenori e soprani di assoluto valore che potranno assicurare all’orchestra un futuro di tutto rispetto. Puntare sui giovani e una delle nostre priorità, il linguaggio della musica è sublimazione e metabolizzazione della sofferenza, la forma più alta di cura dell’anima del corpo>>.

Il concerto in Villa Arcadia a Milano, ha avuto il suo momento clou, dopo l’esecuzione di molte melodie natalizie, nella riproposizione di un canto inedito intitolato “Non si possono scordare”, nel quale sono state onorate le vittime dell’alluvione del 2000 e nel 2013 che hanno colpito Ginosa, città da cui provengono la maggior parte dei musicisti impegnati nell’orchestra. Il Natale in un momento di riscoperta di se stessi e della propria spiritualità per questo l’auspicio per il nuovo anno si concretizza in un nuovo rapporto tra le persone e la natura Nord e Sud devono cooperare allo sviluppo comune di un’Italia che non si arrende alla crisi ma che cerca nei giovani nuove possibilità e speranze di sviluppo. La cooperazione sociale e un punto di riferimento per quanti vogliono coniugare cultura e territorio in un’idea di futuro.

DSC_0037 DSC_0036 DSC_0033 DSC_0031 DSC_0027 DSC_0026 DSC_0025 DSC_0335 DSC_0331 DSC_0330 DSC_0326 DSC_0323 DSC_0322 DSC_0318 DSC_0317 DSC_0315 DSC_0311 DSC_0309 DSC_0304 DSC_0297 DSC_0291 DSC_0287 DSC_0284 DSC_0276 DSC_0272 DSC_0261 DSC_0256 DSC_0254 DSC_0247 DSC_0244 DSC_0242 DSC_0241 DSC_0238 DSC_0236 DSC_0232 DSC_0231 DSC_0229 DSC_0227 DSC_0223 DSC_0222 DSC_0219 DSC_0210 DSC_0205 DSC_0200 DSC_0199 DSC_0198 DSC_0197 DSC_0196 DSC_0193 DSC_0189 DSC_0187 DSC_0186 DSC_0185 DSC_0182 DSC_0179 DSC_0149 DSC_0147 DSC_0146 DSC_0128 DSC_0078 DSC_0069 DSC_0041 DSC_0037 DSC_0036 DSC_0033 DSC_0031 DSC_0027 DSC_0026 DSC_0025

Aggiungi un commento